Caso Yara, Massimo Bossetti simulò di avere un tumore al cervello

redazione 6 maggio 2015

massimo bossetti Caso Yara, Massimo Bossetti simulò di avere un tumore al cervello

 

Secondo gli inquirenti Massimo Bossetti non sarebbe altro che un uomo dotato di “una spiccata capacità di mentire”. Il carpentiere di Mapello, che si trova in carcere con l’accusa di aver ucciso la 13enne Yara Gambirasio, Agli atti dell’inchiesta avrebbe tentato più volte di coinvolgere un collega nella vicenda, simulando di soffrire di una gravissima forma di tumore al cervello. Per tale motivo, a suo dire, si sarebbe spesso assentato dal posto di lavoro per curare la malattia.

 

Il GR1 Rai ha trasmesso in esclusiva le intercettazioni dal carcere a Bergamo che registrano una conversazione tra il muratore e la moglie, Marita Comi. Lei incredula, gli chiese spiegazioni in merito a questo “tumore al cervello”.

 

© Social Channel

Tags: ,