Caso Yara: Il giorno del ritrovamento, Bossetti era sul luogo del delitto

redazione 20 luglio 2014

bossetti Caso Yara: Il giorno del ritrovamento, Bossetti era sul luogo del delitto

Erano le 22.50 del 26 febbraio 2011: nel giorno del ritrovamento del corpo della piccola Yara Gambirasio, presso il campo di Chignolo d’Isola, in via Bedeschi, il suo presunto killer Massimo Giuseppe Bossetti si trovava a Campo di Chignolo. Il suo cellulare ha agganciato la cella della zona da dove avrebbe telefonato alla madre Ester per chiederle di raggiungerlo. La notizia è stata data dalla trasmissione “Segreti e delitti”, in onda su Canale 5: all’interno del programma si è anche parlato della presenza di un uomo, impegnato a parlare con gli uomini della Protezione Civile. Sul luogo del delitto attorno alle ore 23.45 l’uomo telefonava al cellulare e il soggetto “per statura, andatura, attaccatura di capelli, barba e fisionomia, ricorda Massimo Giuseppe Bossetti”.

Inoltre la tramissione ha spiegato di aver mostrato per la prima volta il furgone di Bossetti in un video esclusivo realizzato il giorno del fermo dell’uomo.

 

© Social Channel

Tags: , ,