Caso Guerrina: Tracce in canonica, sequestrata auto del frate indagato

redazione 17 settembre 2014

Guerrina Caso Guerrina: Tracce in canonica, sequestrata auto del frate indagato

Proseguono le ricerche di Guerrina Piscaglia, la donna scomparsa a Cà Raffaello, nel comune di Badia Tedalda, dal primo maggio scorso. Gli inquirenti non escludono l’ipotesi di omicidio, anche se la Repubblica di Arezzo ha aperto un fascicolo per sequestro di persona. Le ricerche si concentrerebbero in particolare nella canonica della chiesa dove i carabinieri sono al lavoro già dalle prime ore di stamani. Ieri Padre Gratien Alabi, il religioso indagato della chiesa di Cà Raffaello si è presentato in procura davanti al pm Marco Dioni avvalendosi della facoltà di non rispondere. La procura di Arezzo ha sequestrato una delle due auto di padre Gratien Alabi.

I carabinieri di Arezzo arrivati nella località nel comune di Badia Tedalda (Arezzo) hanno passato al setaccio la canonica del paese, da dove è scomparsa il primo maggio scorso la 50enne, come da decreto di perquisizione firmato dal sostituto procuratore Marco Dioni. Le ricerche hanno riguardato non solo la canonica, dove si sarebbero concentrate diverse tracce biologiche ma anche una piccola chiesa a pochi chilometri da Cà Raffaello. I controlli sono stati eseguiti con il luminol, la sostanza che consente di determinare tracce di sangue anche a distanza di tempo. I Carabinieri avrebbero individuato tracce che potrebbero essere di sangue e che saranno messe a disposizione dei Ris.
Tra gli oggetti sequestrati dai carabinieri di Arezzo all’interno della stessa canonica e in una vicina pieve, figura anche una coperta. Al momento l’unico indagato per sequestro di persona, resta Padre Gratien Alabi, che si troverebbe presso la sede perugina della congregazione africana a cui appartiene. Secondo indiscrezioni trapelate, in una valigia sarebbero stati ritrovati e sequestrati braccialetti, un assorbente e alcune foto tessera di donne.

© Social Channel

Tags: , , , , ,