Caso Ceste, Si aggrava la posizione del marito: “Ci ha depistati”

redazione 2 novembre 2014

ceste Caso Ceste, Si aggrava la posizione del marito: Ci ha depistati

 

Si aggrava la posizione di Michele Buoninconti, unico indagato per la morte della moglie Elena Ceste. Secondo il racconto che è stato fatto dai soccorritori, sorgono nuovi dubbi sul racconto fatto dal marito della donna scomparsa a Costigliole d’Asti il 24 gennaio 2014, trovata morta il 18 ottobre.

“Stavamo battendo la zona con le zone cinofile, quando fummo raggiunti dal marito. Era visibilmente alterato, urlava che degli uomini gli avevano portato via la moglie. Noi ci stavamo dirigendo proprio verso la zona dove è stato trovato il cadavere ma lui ci suggerì di cambiare direzione, verso la chiesa”.

Sono queste le parole che ha pronunciato alla Stampa uno degli uomini impegnati nella ricerca.
Michele aveva raccontato che il mattino del 24 gennaio, Elena lo aveva pregato di accompagnare i figli a scuola perché non si sentiva bene. Un’ora dopo, al suo rientro, secondo i suoi racconti la donna era già scomparsa.

 

© Social Channel

Tags: