Caso Ceste, Buoninconti: “Meglio la bara meno costosa, ormai sono solo ossa”

redazione 12 marzo 2015

 Caso Ceste, Buoninconti: “Meglio la bara meno costosa, ormai sono solo ossa”

 

Sono dichiarazioni spaventose quelle che pubblica il settimana Giallo, parlando ancora una volta del caso Elena Ceste, scomparsa il 24 gennaio 2012 e ritrovata morta nove mesi dopo in un canale vicino la sua abitazione, a Costigliole d’Asti. Il marito Michele Buoninconti, oggi in carcere accusato per l’omicidio della moglie, era stato intercettato mentre parlava della questione legata agli avvocati:

“No, niente avvocato, non sprechiamo soldi. Se poi Elena è morta, a cosa ci serve?”

Il settimanale parla ancora una volta del forte attaccamento dell’uomo verso il denaro, chiamando in causa quanto venne detto da Michele in occasione del funerale della moglie deceduta.

 

“Compriamo una bara meno cara, più piccola. Tanto è rimasta poca cosa, sono solo ossa”, ha riferito a Giallo l’impresario delle pompe funebri.

 

© Social Channel

Tags: ,