Capodanno 2013 nel mondo

redazione 2 gennaio 2013

Festa di Capodanno 2013 un po’ più low cost per via della crisi economica, ma non per questo meno spettacolare… Petardi sparatii a tutto andare e fuochi d’artificio ad illuminare il cielo hanno caratterizzato come sempre la notte a cavallo tra la fine di un anno e l’inizio di quello successivo.

POLINESIA ED AUSTRALIA - A salutare per primi il 2013 sono stati gli abitanti dell’Isola Samoa in Polinesia, ma l’evento più suggestivo è stato come al solito spettacolo pirotecnico che per tradizione viene eseguito nella baia di Sydney in Australia: mega-show costato ben 6,9 milioni di dollari e che ha raccolto all’incirca un milione e mezzo di persone.

161 Capodanno 2013 nel mondo

NEW YORK - Dall’altra parte, a New York, centinaia di persone hanno assistito alla storica discesa della sfera luminosa da 6 tonnellate, ricoperta da più di 2.600 cristalli e 32mila led: a movimentare la serata le Rockettes, ovvero 18 danzatrici del New York City Music Hall.

21 Capodanno 2013 nel mondo

BRASILE - Piena estate, invece, in Sud America, tanto che a Rio de Janeiro ci si è scatenati a ritmo di samba in abiti succinti e decisamente leggeri!

NON SOLO SPENSIERATEZZA - Divertimento ed allegria sono state le caratteristiche del Capodanno 2013 in tutto il mondo, o quasi… Se nella maggior parte dei luogi ci si divertiva tra fuochi d’artificio, balli sfrenati, vestiti eccessivi al massimo, accessori stravaganti, e magari anche i classici occhialini con impresso l’anno “2013″, avvistati in grande quantità in quel di Times Square, non si possono dimenticare i tanti luoghi difficili in cui il Capodanno non ha rappresentato di certo una festa, quanto semmai una piccola tregua a continue guerre. Come l’Afganistan, dove per il contingente italiano ad Herat il saluto al 2013 – seppur goliardico – ha rappresentato solamente una piccola parentesi di una situazione senza dubbio tutt’altro che piacevole… Per non parlare della Costa D’Avorio,dove questo Capodanno è stato una vera e propria strage: morte 60 persone, tra cui ragazzini fra gli 8 ed i 15 anni, all’ingresso dello stadio Felix Houphouet Boignyo ad Abidjan, ex capitale nonché città più popolosa del Paese. Una grande folla, infatti, stava cercando di entrare nella struttura per assistere ad uno spettacolo pirotecnico, e nel marasma creatosi molti sono rimasti travolti nella calca, calpestati e soffocati. Davvero una tragedia…

31 Capodanno 2013 nel mondo

VIENNA - Ma non solo piazze gremite di gente in questo Capodanno. Tanti, infatti, i festeggiamenti in casa o all’interno di ristoranti e discoteche. Numerosi, poi, i concerti tenutisi anche al chiuso, come quello di Vienna, dove dal Musikverein i Wiener Philharmoniker diretti dal maestro Franz Welser-Moest hanno intrattenuto i presenti a suon di valzer, polka e mazurka. Per la prima volta, però, oltre a Strauss, anche musiche di Verdi e Wagner. L’evento è stato trasmesso in diretta in 81 paesi, ed anche in Italia è stato possibile vederlo, solo che in differita – su Rai2 -.

[print_gllr id=11778]

Tags: , ,