BERLUSCONI-LARIO: separazione non consensuale da 100mila euro al giorno

redazione 28 dicembre 2012

Se siete delle quasi ex mogli sul piede di guerra e volete uscire vittoriose dalla separazione con la vostra tanto odiata anima gemella, seguite l’esempio di Veronica Lario: lei di certo, non ha di che lamentarsi!

238 BERLUSCONI LARIO: separazione non consensuale da 100mila euro al giorno

CIFRE DA CAPOGIRO - Quando si pensa ad una possibile vincita alla lotteria, si stila un elenco di acquisti da fare, di viaggi da prenotare, di desideri ancora nel cassetto da esaudire. Lei non ha avuto bisogno di comprare alcun biglietto vincente: ogni giorno sul suo conto arriveranno 100 mila euro, cioè 3 milioni ogni mese, per un totale di 36 milioni all’anno. Per Veronica Lario shopping assicurato! Queste le cifre stabilite dalla sentenza della separazione non consensuale che è stata depositata il giorno di Natale. L’ex signora Berlusconi dovrà però dire addio alla tanto amata Villa Belvedere a Macherio, a cui lei era sentimentalmente molto legata per averci vissuto 20 anni e averci cresciuto i 3 figli: questa resterà a Silvio che ne è l’intestatario.

140 BERLUSCONI LARIO: separazione non consensuale da 100mila euro al giorno

RAPPORTI CIVILI - Nonostante sia stata mantenuta la definizione di “separazione non consensuale”, gli accordi sono stati presi con calma, in un clima sereno, testimoniato anche dal fatto che sia Veronica che Silvio hanno rinunciato a pretendere la “separazione con addebito” dall’altro coniuge. Tutto era cominciato nel 2007, quando la Lario con una Lettera alla Repubblica, aveva espresso il suo disappunto per gli aprprezzamenti che il marito aveva dimostrato durante la premiazione dei Telegatti. Colpita nella sua dignità di donna, aveva iniziato successivamente una dura battaglia legale a colpi di cifre pazzesche. Fortunatamente ora sono riusciti a trovare una “degna soluzione” per entrambi.

Tags: , , ,