Baby prostitute, Indagini su stupefacenti e criminalita’ organizzata

redazione 16 novembre 2013

squillo Baby prostitute, Indagini su stupefacenti e criminalita organizzata

Proseguono le indagini sul caso romano delle baby prostitute, che ha visto due adolescenti di 14 e 15 anni indotte nel giro della prostituzione con la complicita’ della madre, di una delle due minorenni. Nei giorni scorsi si sono svolti gli interrogatori, durante i quali, una delle due ragazzine ha puntato il dito contro Mirko Ieni, responsabile dello sfruttamento delle minori, affermando: “Faceva finta di non sapere che fossimo minorenni”.

L’uomo aveva dichiarato di non essere a conoscenza dell’eta’ delle minori e di avere la convinzione che fossero studentesse universitarie. Mirko Ieni, 38 enne, e Marco Galuzzo, 49 enne, sono stati arrestati per i reati di induzione alla prostituzione minorile e spaccio di sostanze stupefacenti dell’operazione “Ninfa”. In carcere anche la madre complice dello sfruttamento della figlia. Mario De Quattro con il consenso della procura e’ stato invece scarcerato ed ora e’ ai domiciliari, a causa delle sue precarie condizioni di salute.

Da recenti intercettazioni emerge inoltre l’ipotesi di una connessione con la criminalita’ organizzata. Nello scambio di sms riscontriamo un chiaro riferimento al clan malavitoso attivo nel Lazio. Ieni in un sms si rivolge cosi a De Quattro:

“Sei e rimani un puttaniere di poco gusto e soprattutto ingenuo. Questa volta ti e’ andata male, ma penso che dovrai cambiare metodo…soprattutto perche’…fare arrabbiare un Casamonica non e’ piacevole. Vuoi la guerra e guerra sia”

Le ragazze hanno raccontato ai pm che De Quattro, arrivato nello scantinato di viale Parioli per consumare un rapporto sessuale, le aveva ricattate chiedendo 1500 euro per non rivelare l’attivita’ alla madre dell’altra minore coinvolta, nel giro di prostituzione. In un altro sms Ieni scrive a De Quattro:

“Per motivi di sicurezza tu la registrazione e la richiesta di denaro per evitare che le prestazioni di alcune ragazze vengano messe alla luce non la fai”

De Quattro replicava alle intimidazioni di Ieni come segue:

“Ti elenco la situazione: prostituzione minorile, estorsione, favoreggiamento della prostituzione minorile, se vuoi ti invio la documentazione”

La Procura sta lavorando per fare chiarezza su molti punti: nei verbali, in merito alla rete di trafficanti di droga, si trovano riferimenti a “cocaina e feste anche fuori Roma”.

 

© OBBLIGO DI CITARE LA FONTE

Tags: , , , ,