Anonymous alla riscossa: oscurati account di presunti jihadisti dell’Isis

redazione 9 febbraio 2015

 

“Attaccheremo e metteremo offline tutti i loro siti”.

Lo avevano annunciato all’indomani dell’attentato contro la sede di Charlie Hebdo a Parigi: sarebbe iniziata una sfida contro la fitta rete dei jihadisti dell’Isis. Anonymous ha colpito centinaia di account Twitter e Facebook legati a presunti membri dell’Isis, pubblicando inoltre indirizzi ip e web.

 

“Sarete trattati come un virus, e noi siamo la cura”, pronunciano poi gli hacker in un video pubblicato due giorni fa che accompagna la “missione” volta a spegnere in modo definitivo il nucleo operante su Internet.

 

“L’Operazione Isis continua”, spiega il comunicato pubblicato dagli hacktivisti, un gruppo di persone proveniente da ogni parte del mondo, di ogni tipo di cultura, religione e colore della pelle, tutti uniti contro un male unico.

“Siamo musulmani, cristiani, ebrei…. i terroristi che si definiscono Stato islamico non sono musulmani”.

 

Anonymous Anonymous alla riscossa: oscurati account di presunti jihadisti dellIsis
© Social Channel

Tags: , ,