Adriano Celentano vs le navi da crociera: uccidono Venezia

redazione 20 settembre 2013

venezia Adriano Celentano vs le navi da crociera: uccidono Venezia

Il Molleggiato e’ tornato e ha tante cose da dire: Adriano Celentano si preoccupa per l’ambiente, si preoccupa per la citta’ di Venezia e vuole dire basta al passaggio delle grandi navi da crociera tra le acque della Laguna. Il transito ha un effetto spaventoso sulla citta’, sul fondale e sulla sicurezza dell’isola veneta: e allora il Cele che fa? Adriano ha comprato un’intera pagina del Corriere della Sera per dire la sua e schierarsi contro queste continue azioni pensate unicamente per allietare i passeggeri, per fare soldi, azioni che mettono a rischio i palazzi e la storia di Venezia.

“Domani non sara’ un bel giorno per il nostro Paese, anche se ci sara’ il sole. Con l’ignobile sfilata delle 13 navi dentro la Laguna di Venezia si celebra l’Eterno Funerale delle bellezze del mondo”.

Il pensiero vola subito a quanto accaduto nel 2012 all’isola del Giglio: quel saluto, quell’inchino ha causato una delle piu’ tristi tragedie della storia.
A Venezia, la protesta viene portata avanti dal Comitato “No Grandi Navi”, pronto a sfilare domani a Zattere, il famoso Rio che si affaccia sul canale della Giudecca. E’ fondamentale riuscire a porre fine a questa storia: navi che superano 100.000 tonnellate, lunghe oltre 300 metri non possono continuare a transitare in Laguna.

E questo non lo diciamo solo noi di Social Channel, ma lo dice il limite imposto dal Decreto Clini-Passera, che fissa un peso massimo di 40.000 tonnellate.

 

La pagina pubblicitaria acquistata da Celentano sul Corriere
celentano Adriano Celentano vs le navi da crociera: uccidono Venezia

Tags: , , , , ,