Abbattuto un aereo a confine con la Russia: colpito da un missile

redazione 18 luglio 2014

cronaca Abbattuto un aereo a confine con la Russia: colpito da un missile

Volava sulla rotta Amsterdam-Kuala Lumpur l’aereo della Malaysian Airlines che si è schiantato a Torez, al confine fra Russia e Ucraina. A bordo del volo c’erano 298 persone (inclusi 15 membri dell’equipaggio) e nessuno dei passeggeri è riuscito a sopravvivere, proprio perché i resti dell’aereo sembrano essersi sparsi lungo un raggio di azione di 15 km. Ma che cos’è successo al Boeing 777?
A colpirlo sarebbe stato un caccia ucraino impegnato in battaglia con le forze filorusse; queste sono le prime notizie giunte dalla repubblica di Lugansk, secessionista dall’Ucraina. Ma già ieri sera Putin ha puntato il dito: “La responsabilità è di Kiev”. Il presidente ucraino Poroshenko rifiuta le accuse.

Secondo le ultime indiscrezioni ad abbattere il volo malese sarebbe stato un missile terra-aria sparato dai separatisti filorussi che volevano intercettare quello che credevano fosse un cargo ucraino. Sul sito ufficiale della Repubblica di Lugansk si legge:

“Testimoni hanno visto il Boeing 777 attaccato da un caccia ucraino. Il Boeing si è spaccato in due ed è caduto nel territorio della repubblica di Lugansk. Dopo l’attacco il caccia è stato abbattuto ed è caduto sullo stesso territorio”.

 

© Social Channel

Tags: , ,