10 anni dopo GABER rivive in un libro

redazione 2 gennaio 2013

Dopo dieci anni dalla scomparsa di Giorgio Gaber, fra ricordi e senso di vuoto ancora vividi, arriva un regalo: un libro, scritto dal suo collaboratore, ma soprattutto amico, Sandro Luporini.

 10 anni dopo GABER rivive in un libro

UN AMICO- “A me non viene da parlare tanto. Mi manca Gaber” una dichiarazione tanto ermetica, quanto espressiva. Con queste poche parole, il poliedrico artista Luporini, risponde a chi ha voluto chiedergli cosa gli manca del suo più caro amico Giorgio Gaber. Di tutto il resto, Sandro ne parla in G. – Vi racconto Gaber, il libro scritto sotto il consiglio e gli stimoli di suo nipote e di Dalia, la figlia di Gaber, in uscita proprio in questi giorni.

 10 anni dopo GABER rivive in un libro

GABER VISTO DA VICINO- In un momento in cui l’Italia avrebbe bisogno di uno shampoo, il ricordo di Gaber e della sua opera non potrebbe essere più vivo. Si sente il bisogno di ritrovare figure poetiche, guide delicate ed ironiche di una rivoluzione, dei cuori e delle menti. Il libro vuole perdersi fra discussioni, aneddoti ed incertezze che sono state la culla del teatro canzone. “Rispetto a molti altri libri su Gaber questo ha qualche difetto e qualche vantaggio. - racconta Luporini- Forse quelli che hanno scritto libri prima di noi, erano addirittura più preparati. Però io e Roberto (suo nipote) avevamo il vantaggio di aver vissuto con Gaber

Tags: , , , , , , , , ,