1 Maggio a Taranto: Si, ai diritti! No,ai ricatti!

redazione 1 maggio 2016

primo maggio taranto 1 Maggio a Taranto: Si, ai diritti! No,ai ricatti!

Alle 14:00 di oggi ha preso il via il concerto del 1 Maggio a Taranto. Sotto una pioggia battente, il popolo della città dei due mari, inaugura la IV edizione del Concertone, all’interno del Parco Archeologico delle Mura Greche. Organizzato dal Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti, porta sul palco, come ogni anno, lo scacco che attanaglia l’Italia: diritto al lavoro vs diritto alla salute.

Scacco che ha portato agli onori della cronaca il caso dell’Ilva: << #unomaggiotaranto non è un evento. È – così recita il comunicato stampa – piuttosto la punta visibile di un processo ben più ampio e quotidiano che coinvolge la cittadinanza tarantina tutto l’anno>>.

Alla direzione artistica la coppia, ormai consolidata, Michele Riordino e Roy Paci, assieme alla new entry Diodato, cantautore tarantino, esordiente nel 2010. Ad affiancarli i conduttori Valentina Petrini, Valentina Correani e Andrea Rivera.

Il tutto per dare inizio ad un evento totalmente autofinanziato, che vede cittadini e lavoratori schierati in prima linea. Un evento quello del 1 maggio, partito dal basso che vedrà sfilare tra i tanti Niccolò Fabi, Litfiba, Afternoons, Ghemon, Levante, LNRipley, Beatrice Antolini, Ministri, Luminal, Teatro degli Orrori, Renzo Rubino, Selton, Giovanni Truppie e Daniele Silvestri che giorni fa ha dichiarato:<< Se c’è un posto in cui ha senso andare nel giorno della festa dei lavoratori è su quel palco. Perché è veramente fatto “dal basso”, autofinanziato, autogestito, auto- tutto.>>.

Non solo musica dal vivo, il 1 maggio si ricorderà anche Regeni, tramite la voce di Riccardo Nuory di Amnesty Internenional Italia.

<<Taranto – ha sottolineato il portavoce del Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi – non sarà una kermesse musicale ma un atto d’accusa nei confronti dello Stato. Faremo nomi e cognomi!>>.

Taranto non è solo l’Ilva con i suoi fumi. La città va in scena, con la sua musica, la sua cultura e le sue grandi testimonianze.

Approfondimento: Link

Tags: , ,